10 Marzo 2021

Come affrontare i principali problemi della trasformazione digitale: l’approccio mashfrog

Come affrontare la trasformazione digitale? Quali sono le principali difficoltà che può causare e quali sono i migliori approcci da attuare? Ne abbiamo parlato con alcuni professionisti mashfrog nel corso di un webinar dedicato a questo tema. 

Il 25 febbraio scorso si è tenuto il webinar “Agile approaches to face major issues in a digital trasformation roadmap”, un evento organizzato da mashfrog Group per discutere delle problematiche legate alla transizione digitale e presentare ad alcuni manager d’azienda le soluzioni proposte dal nostro gruppo per affrontare questa sfida. Questa è stata infatti l’occasione per raccontare alcuni nostri casi di successo che meglio di altri sono stati in grado di rispondere alle esigenze dettate dalla trasformazione digitale e risolvere in maniera concreta ed efficace le principali problematiche ad essa correlate.

I principali problemi della trasformazione digitale 

Gianluca D’Angeli, Global Sales Director, ha aperto la tavola rotonda spiegando quali sono le quattro principali difficoltà che le aziende possono incontrare durante il processo di trasformazione digitale: 

•    i progetti a lungo termine, la cui durata potrebbe essere causa di obsolescenza, specialmente in un contesto in rapido cambiamento come quello odierno;
•    un’organizzazione complessa del lavoro, in particolar modo nell’ultimo anno, durante il quale la maggior parte delle risorse lavora da remoto;
•    una difficile misurabilità dei risultati
•    il rischio concreto di sprecare tempo e risorse.

Per affrontare queste difficoltà, l’approccio mashfrog si basa su tre elementi fondamentali:

•    un approccio step by step con interventi rapidi e misurabili, che consentono il costante allineamento dell’economia dei processi produttivi e degli investimenti con il mercato in rapida evoluzione;
•    l’offerta di soluzioni smart e da remoto, un trend inevitabile che è stato solo anticipato dalla pandemia; 
•    l’innovazione e la sostenibilità, con l’obiettivo di far coincidere lo sviluppo dell’innovazione e la sostenibilità degli investimenti.

Dopo aver illustrato questa breve panoramica dei problemi e delle soluzioni possibili, Gianluca ha lasciato la parola ad altri quattro manager di mashfrog Group, ciascuno dei quali ha raccontato altrettanti casi di successo che hanno permesso di affrontare questa trasformazione digitale attraverso un approccio agile e risolutivo.   

1 - Mash4hana. Come implementare soluzioni SAP da remoto riducendo costi e tempistiche

Andrea Albanese, C.E.O. di mashfrog DOO, ha presentato il case study di un’azienda manifatturiera che si occupa di strumentistica e materiale per la trasformazione di materiale plastico, che ha deciso di affidarsi a mashfrog per effettuare il passaggio al sistema SAP S/4 HANA attraverso il kernel Mash4hana, un prodotto interamente made-in-mashfrog. Tale progetto presentava fin dall’inizio delle difficoltà, acuite dalla pandemia: l’implementazione doveva essere completata in tre mesi, gestita totalmente da remoto e con un budget ridotto. 

Noi di mashfrog abbiamo applicato la seguente strategia:

•    modello rapidamente scalabile;
•    team di professionisti altamente qualificati provenienti dall’Italia e dal Competence Center Serbia;
•    accelerazione dei servizi sfruttando le Best Pratice di SAP per S/4 HANA.

Attraverso questo approccio, l’obiettivo richiesto dal cliente è stato raggiunto con ottimi risultati: il team ha lavorato da remoto per il 99% del tempo, permettendo di ridurre i costi e raggiungere risultati migliori;  abbiamo ridotto il tempo necessario del 75%, completando il passaggio ad S/4 HANA in soli tre mesi grazie alla nostra esperienza pluriennale con SAP; infine, abbiamo ridotto i costi di maintenance utilizzando al massimo le nuove funzionalità standard introdotte da SAP con S/4 e minimizzando l’utilizzo del codice custom.

2 - Salesforce. Un metodo per facilitare l’introduzione della metodologia agile 

Il secondo caso di successo targato mashfrog Group è stato presentato da Francesco Boccassi, Salesforce Operation Manager, che ci ha raccontato il progetto di introduzione della tecnologia blockchain in un’azienda leader nei settori dell’energia elettrica e gas, al fine di velocizzare le interazioni e perfezionare la sicurezza e la trasparenza nella condivisione dei documenti verso gli stakeholder esterni.

Per affrontare le difficoltà poste dall’introduzione di una tecnologia così dirompente l’approccio mashfrog si è basato su tre pilastri: 

•    Integrazione veloce sfruttando Salesforce
•    Rilascio incrementale per due-tre mesi partendo dall’MVP per migliorare il prodotto
•    Metodologia agile con standup giornalieri, milestones settimanali e tool dei project manager per tracciare i progressi

Questa case history rappresenta la prima integrazione di un progetto Salesforce Enterprise con Ethereum Blockchain in Italia ed è stato realizzato in soli tre mesi, a dimostrazione che la metodologia agile, con la realizzazione di un prodotto MVP, consente di effettuare valutazioni ed apportare correzioni nel minor tempo possibile. 

3 - Infor. HCM per per un cliente tier1 del settore aerospace & defence

Enrico Capogrosso, Infor Practice Global Director, ci ha poi raccontato il progetto sviluppato per un’azienda leader nella progettazione di aerostrutture, che aveva l’urgenza di implementare un moderno sistema di Human Capital Management in seguito all’acquisizione di un nuovo stabilimento produttivo. Le difficoltà risiedevano nel poco tempo a disposizione, nel budget limitato e nella necessità di svolgere l’intero lavoro completamente da remoto. 

L’approccio mashfrog per risolvere le problematiche del client si è sviluppato in tre macro sprints:

•    Boot Camp: dimostrazione al cliente della soluzione, facendo leva sull’Implementation Accelerator, ovvero un insieme di processi preconfigurati basati su best practices e, seguendo l’approccio Infor 60-30-10 che consente di introdurre velocemente la soluzione al team del cliente, raccolta delle user stories specifiche di livello 1 e livello 2.
•    Prototype 1: il team di consulenza presenta al cliente un sistema configurato sulla base delle specifiche emerse dal primo livello delle user stories raccolte.
•    Prototype pre go-live: il team del cliente supportato dal team di consulenza presenta agli utenti una demo del sistema configurato sulla base delle specifiche emerse dal secondo livello delle user stories raccolte e si attivano tutte le procedure per il go-live (UAT, Custover plan, etc.).

Il caso specifico ha dimostrato come un approccio basato su una metodologia a prototipi, come la mashfrog Leap Methodology che viene utilizzata dalla practice Infor di mashfrog, consenta di mettere in luce i punti di forza e le criticità dei progetti, nonché di fare leva su processi pre-configurati basati su best-practices, portando ad implementazioni veloci ed efficaci e consentendo di intervenire in maniera puntuale e corretta quando necessario.

4 - PressPal. L’intelligenza artificiale per l’ufficio stampa del futuro

Fabio Dellutri, Sales & Account Digital Area Director, ha chiuso il webinar presentando il quarto caso di successo firmato mashfrog Group: si tratta di PressPal, la piattaforma Cloud SaaS che consente di automatizzare il lavoro dell’ufficio stampa sfruttando l’intelligenza artificiale, il machine learning e la sentiment analysis. In questo modo un nostro cliente leader nel settore assicurativo e bancario ha potuto velocizzare l’analisi delle parole chiave, migliorare il lavoro in cloud e ottimizzare l’approvazione del workflow. 

PressPal è un editor intelligente che fornisce all’ufficio stampa delle soluzioni rapide ed ottimizzate tramite le seguenti funzionalità:

•    contesto: estrazione in tempo reale da fonti certificate in base al testo che si sta scrivendo;
•    keyword: suggerimento delle parole chiave in base all’argomento ed all’ottimizzazione SEO;
•    percezione: suggerimento delle parole migliori in base ad una valutazione emotiva del contenuto;
•    metrica: valutazione metrica per aiutare la comprensione e la leggibilità del testo.

PressPal ha inoltre aiutato l’ufficio stampa del cliente a collaborare da remoto attraverso delle funzioni di GroupWare dedicate e di workflow management, risolvendo in breve tempo le problematiche presentate dalla pandemia. L’intelligenza artificiale del tool consente di migliorare il contenuto grazie alla sentiment analysis svolta in tempo reale che fornisce al testo la polarità che si vuole ottenere. Infine, i consigli sulle parole chiave da utilizzare in base ai parametri SEO consentono al testo di ottenere i risultati migliori in termini di visibilità. 

L’evento è stato solo il primo di un ciclo di incontri virtuali nei quali verranno affrontate varie tematiche legate al tema della trasformazione digitale e dell’innovazione tecnologica, ambiti di attività in cui mashfrog Group è una delle aziende leader. A conferma di ciò, al webinar del 25 febbraio erano presenti anche diversi Human Digital Master provenienti da imprese e università aderenti a “Mindset Revolution”, un programma formativo del Consorzio Elis dedicato alle aziende italiane protagoniste della quarta rivoluzione industriale.