Loading...

28 Gennaio 2022

Da Roma a Tambacounda: il viaggio verso l’Africa dei dieci pc donati da Mashfrog all’Associazione Don Bosco 2000

Lo scorso dicembre l’azienda ha donato dieci laptop all’Associazione Don Bosco 2000. I pc saranno utilizzati in Senegal per svolgere corsi di alfabetizzazione digitale.

Tambacounda è un grande villaggio a 400 km da Dakar, in Senegal, una zona poverissima, dove le persone vivono ancora in villaggi rurali. Lì si trova una delle sedi dell’Associazione Don Bosco 2000, da anni impegnata ad offrire opportunità di vita, di lavoro, di crescita e di istruzione dignitose per la popolazione locale. È proprio questo il contesto in cui è nata la collaborazione con Mashfrog Group, che da diversi anni sostiene le iniziative di Corporate Social Responsability di Beteya, la start up fondata dall’associazione per fornire un aiuto concreto e garantire cooperazione e sviluppo economico all’interno del villaggio. 

Proprio per sostenere questa causa è nata l’idea di donare dieci computer aziendali: si tratta di pc portatili usati, ma in ottime condizioni, che avrebbero dovuto essere dismessi, ma a cui si è deciso di dare una seconda vita. In tal modo abbiamo potuto raggiungere un doppio risultato: da un lato abbiamo incentivato l’economia circolare, mantenendo ancora attivi dei prodotti perfettamente funzionanti; d’altro canto, abbiamo potuto aiutare la popolazione di un villaggio africano a ricevere un’adeguata formazione in ambito digitale e multimediale.

Prima di essere spediti, i dieci laptop sono stati opportunamente revisionati dal team IT di Mashfrog Group, che si è anche occupato di installare al loro interno il sistema operativo Windows e alcuni programmi di base, tutti in lingua francese. Dopodichè sono stati adeguatamente imballati e spediti a Dakar, la capitale del Senegal, dove Amara, giovane senegalese che collabora con l’associazione, li ha prelevati e portati fino alla destinazione finale, il villaggio di Tambacounda. 

Qui i pc sono stati smistati e assegnati a diverse attività:

- alcuni sono stati collocati presso la sede dell’associazione, per ampliare le attività di formazione rivolte ad un numero maggiore di giovani;

- un paio sono stati donati ad un’associazione locale per avviare un processo di alfabetizzazione digitale volto a fornire strumenti per la creazione di start-up gestite interamente da donne;

- infine, un altro paio verranno utilizzati per fare formazione ai giovani nel villaggio di Velingara Pont, un altro luogo ben noto a Mashfrog Group, perché è il villaggio in cui è stato costruito il pollaio finanziato dall’azienda lo scorso anno.

Grande soddisfazione per l’iniziativa è stata espressa da Antonio Grillo, Business Unit Digital Director: Il progetto di estendere la vita utile dei laptop che stavano per essere dismessi è stato definito insieme agli amici dell'Associazione Don Bosco, questa iniziativa si inserisce all'interno di un percorso più ampio che ci vedrà presto coinvolti in attività di formazione per il trasferimento di competenze digitali”. 

Gli fa eco anche Agostino Sella, Presidente dell’Associazione Don Bosco 2000: Ringraziamo Mashfrog Group perché ancora una volta INSIEME stiamo creando le condizioni per cambiare il futuro di tanti giovani in una delle regioni più povere del mondo! Con la donazione di questi PC potremo offrire i corsi di formazione e di alfabetizzazione digitale a un maggior numero di giovani, per non lasciare nessuno indietro”.