22 Gennaio 2021

Link building. I segreti dell’ottimizzazione SEO off-page

Molti ne hanno sentito parlare, ma in pochi sanno in cosa consista concretamente. Scopriamo come si costruisce questa attività, quali sono i principali vantaggi e i risultati attesi.

Alessandro Aldieri, SEO Specialist, e Giulia Sonderegger, Link Building Specialist di mashfrog Group, sono i protagonisti di questo nuovo appuntamento dedicato alla conoscenza delle competenze delle diverse business line del gruppo, nell’ambito del progetto “mashfrog digital youniversity”, una serie di webinar nati allo scopo di approfondire alcune tematiche chiave che costituiscono l’offerta commerciale del Gruppo.

In questa occasione Alessandro e Giulia ci hanno spiegato cos’è e come si costruisce una campagna di Link Building, vale a dire una delle principali attività di ottimizzazione SEO off-page, che serve ad aumentare i backlink di un sito e il ranking dello stesso sui motori di ricerca.

Per cominciare… cosa NON è la Link Building

-    Non è comunicazione, quindi non serve a fare brand awareness, obiettivo che invece si può raggiungere attraverso le attività di Digital PR.
-    Non è veloce, né da un punto vista operativo, perché richiede un lungo processo di strategia e scouting, né rispetto ai risultati, che possono essere raggiunti solo nel lungo periodo.
-    Non è economica, sia in termini di dispendio di ore per realizzarla sia rispetto al budget da allocare per il suo svolgimento.

Cos’è la Link Building
La Link Building è un’attività di ottimizzazione SEO off-page, che permette di creare una rete di collegamenti tra il sito di riferimento e altri siti al fine di acquisire nuovi backlink di qualità e migliorarne il ranking. È fondamentale ottenere link in entrata (backlink) da siti di qualità, altrimenti il rischio è di causare un peggioramento e non un miglioramento dell’autorevolezza del sito per il quale stiamo effettuando l’attività. 

Come costruire link di qualità
Ci sono almeno tre elementi che concorrono al raggiungimento degli obiettivi di una buona campagna di Link Building:

-    Scegliere siti tematici in linea con il settore di riferimento del sito target, in modo che il link risulti il più possibile naturale e sponsorizzi l’argomento di interesse.
-    Inserire anchor text naturali e non troppo simili alla keyword che si vuole spingere, per evitare che Google la interpreti come un’azione manipolativa.
-    Produrre contenuti di qualità, vere e proprie guide utili agli utenti o articoli informativi che descrivano l’attività o il business di riferimento.

Come valutare la qualità di un sito
Esistono diverse piattaforme che analizzano i siti e permettono di decidere quali sono i più adatti ad ospitare i link verso il sito target; tra questi, Alessandro e Giulia utilizzano Majestic, un tool che identifica la qualità di un sito web e ne attribuisce dei punteggi sulla base di diversi fattori:

-    Trust Flow, che attribuisce valore al sito in base alla qualità dei link esterni ricevuti;
-    Topical Trust, punteggio legato all’appartenenza ad un determinato settore;
-    Citation Flow, ossia il numero di link provenienti dallo stesso dominio.

Dalla combinazione dei punteggi di queste tre diverse categorie si può delineare una maggiore o minore autorevolezza di un sito, sulla base della quale valutare l’eventuale inserimento di un link al suo interno nell’ambito di una strategia di Link Building complessiva.

Come scegliere l’anchor text
L’anchor text è il testo di ancoraggio che consente di collegare due siti attraverso un link di riferimento. È molto importante scegliere con cura quali parole utilizzare e trovare termini coerenti ma diversi tra loro, senza keyword manipolative che possano compromettere i risultati.

Scouting e contatto blogger
Dopo aver individuato i siti su cui pubblicare e le anchor text da utilizzare, inizia la fase dello scouting e del primo contatto con i blogger, punto di partenza essenziale per la pubblicazione degli articoli. Questa fase richiede:

-    Tempo per selezionare i siti giusti
-    Attenzione a controllare i vari parametri che rendono un sito più valido di un altro
-    Pazienza nella contrattazione e nella gestione delle diverse richieste 

Solo dopo un’attenta selezione e un’accurata contrattazione dei tempi e dei costi della pubblicazione, si potrà procedere alla messa online vera e propria dell’articolo sul sito ospite e la successiva condivisione della sua url con il cliente. 

In conclusione, un’attività di Link Building è consigliata per qualunque servizio o prodotto, perché permette di aumentare il traffico al sito web di riferimento, attraverso il miglioramento del posizionamento delle parole chiave e dell’autorevolezza determinata dai backlink di qualità.

Alessandro Aldieri, SEO Specialist & CRO, nasce come web developer per poi acquisire spiccate competenze nel search marketing ottenendo ottimi risultati in diversi settori. L'acquisita qualifica individuale di Google Analytics, unita al suo background accademico di tipo scientifico, lo rendono particolarmente incline all'analisi dei dati ed in particolare all’osservazione del comportamento degli utenti, allo scopo di migliorare il processo di conversione. È in Mashfrog da ottobre 2017 e si occupa principalmente di SEO e Conversione Rate Optimization per diversi clienti del gruppo.

Giulia Sonderegger, Brand Reputation & Link Building Specialist, laureata in Design Comunicazione Visiva e Multimediale. Ha lavorato per oltre dieci anni in ambito SEO acquisendo diverse competenze nel web marketing e comunicazione passando dal Seo Content, alla Brand Reputation, alla Link Building. É approdata in mashfrog a marzo 2017 occupandosi di Link Building e Brand Reputation per alcuni importanti clienti del gruppo.