12 Marzo 2019

Un sogno, un progetto e un biglietto. Da Roma alla Apple Worldwide Developers Conference

Gabriele, sviluppatore iOS di TMP, si è conquistato un posto alla Apple Worldwide Developers Conference grazie al programma Scolarship. Il racconto del suo “viaggio su Marte”

Passione, capacità, voglia di mettersi in gioco e l’idea per un gaming che fa fare le 4 di notte pur di finire in tempo per l’application alla Apple Worldwide Developers Conference. 

È così che Gabriele Cassetta, computer engineer classe ‘90, si è aggiudicato un posto alla WWDC18 di San Jose, l’annuale appuntamento dedicato agli sviluppatori delle Mela per presentare le novità software e hardware dell’azienda. 

Per l’edizione 2018 sono state messe in palio 350 borse di studio riservate a studenti e membri dell’organizzazione STEM per volare in California, accedere a tutti i seminari della WWDC 2018, alloggiare gratuitamente per tutti i giorni dell’evento e ottenere un abbonamento al programma Apple Developer valido per un anno.

Il Playground sviluppato da Gabriele che gli ha consentito di essere uno dei 350 winner del programma scholarship è un gioco memo di velocità, che consiste nel cliccare sulle coppie di celle uguali nel più breve tempo possibile.

Le tessere vengono generate in modo randomico e posizionate nelle celle vuote della griglia. Quando viene effettuato un match, le coppie di tessere uguali vengono rimosse dalla griglia principale per fare spazio alle nuove, incrementando la velocità in proporzione alle celle cliccate. 

A seconda dei click effettuati si incrementa un contatore che interviene sulla difficoltà del gioco, con la possibilità di impostare il countdown e giocare contro il tempo. 

Per i vincitori dello scholarship come Gabriele il WWDC18 inizia il giorno prima allo Steve Jobs Theater, con le prime anticipazioni sulla conferenza, omaggi vari e l’onore di un incontro privato con il CEO di Apple, Tim Cook.

Gabriele ce lo descrive così: “è stato un po' come sbarcare su Marte e un po' - anzi tanto - come trovarsi nel posto giusto per fare quel che è il mio lavoro e la mia passione. Il WWDC è l’evento clou per la presentazione delle nuove tecnologie Apple, ma non solo: è la possibilità di immergersi completamente nel ritmo produttivo e innovativo della Silicon Valley".

I 5 giorni a San Jose si susseguono veloci tra workshop e laboratori vari, utili per ottenere consigli direttamente dagli ingegneri ed esperti Apple riguardo problematiche o semplici curiosità sulle app.  Una impareggiabile occasione per conoscere e confrontarsi con sviluppatori provenienti da tutto il mondo e raccontare i propri progetti, come la nuova app LUISS su cui Gabriele ha lavorato nell’azienda del gruppo Mashfrog focalizzata sul mobile, TrustMyPhone

Ciò che davvero stupisce – racconta Gabriele  -  è come in quei giorni tutto avviene in modo molto agile, informale e orientato al prodotto. Per dare un’idea: se vuoi testare applicazioni e giochi in beta con la realtà aumentata durante la WWDC puoi giocarli in uno spazio dedicato, la AR Game Room”. 

Un’esperienza formativa incredibile e utilissima che Gabriele è già desideroso di ripetere: da giorni monitora il sito WWDC con il countdown che sta per terminare e rivelare tutti i dettagli dell’edizione 2019.